19 settembre 2012

riforma delle professioni

In questi tempi burrascosi e di cambiamento, tra crisi e spread, è arrivata la riforma degli ordinamenti professionali, sotto forma di Decreto del presidente della Repubblica, DPR 137 del 2012, in vigore dal 15 agosto 2012. 

I liberi professionisti italiani, anche se con modalità diverse, sembrano soffrire degli stessi mali; numero molto elevato, legislazione complicata e spesso contradditttoria, cittadini poco evoluti nel riconoscere le professionalità intellettuali con conseguente deprezzamento delle prestazioni, concorrenza piuttosto spietata e al ribasso, mercato insufficiente a soddisfare un'offerta sproporzionata. 

Sembra però che in questa situazione non tutti i professionisti siano concordi e gli avvocati sono intenzionati a dare battaglia contro la riforma, mentre il CNA per voce del suo Presidente Freyrie annuncia il suo sostegno al Governo: Freyrie: Consiglio Nazionale Forense receda dalla decisione di ricorrere al TAR 

Per saperne di più sulla riforma con particolare riguardo alla professione dell'architetto a questi link trovate un vademecum e una sintesi con le fonti dalla rete nazionale: 

Sul merito della riforma probabilmente sarà il tempo a dare il giudizio migliore, ma non c'è dubbio che allo stato attuale la nostra professione ne ha proprio bisogno.