30 luglio 2014

BSI Swiss Architectural Award 2014

La Giuria - presieduta dall'architetto Mario Botta e composta tra gli altri da Alberto Campo Baeza e Bruno Reichlin - ha attribuito all’unanimità il premio BSI Swiss Architectural Award 2014 a José Maria Sanchez Garcia, per la sistemazione dell’area del Tempio di Diana a Merida (2005-2008), il centro per l’innovazione sportiva “el Anillo” a Guijo de Granadilla (Cáceres, 2008-2009), il centro per il canotaggio ad Alange (Badajoz, 2008-2010).

José Maria Sánchez García: progetti presentati
Il Premio intende riconoscere gli architetti che hanno offerto un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea, dimostrando particolare sensibilità nei riguardi dell’equilibrio ambientale e contribuendo in tal modo a migliorare la qualità di vita dell’uomo.

L'architetto spagnolo, classe 1975, si è quindi aggiudicato, tra 27 concorrrenti, i 100.000 franchi in palio per il vincitore della quarta edizione del premio biennale per architetti sotto i 50 anni, e li riceverà durante la cerimonia che si terrà all'Accademia di Architettura di Mendrisio a settembre.
Swiss Architectural Award,  è un premio internazionale di architettura bandito dalla BSI Architectural Foundation di Lugano in Svizzera e posto sotto il patrocinio dell’Accademia di architettura di Mendrisio. 

Secondo il presidente della giuria, l’architetto Mario Botta, le opere presentate da José Maria Sanchez Garcia “testimoniano la maturità di un architetto, nemmeno quarantenne, capace di confrontarsi con eguale rigore e precisione con programmi e contesti diversi, dalla riqualificazione del patrimonio archeologico nel tessuto urbano all’insediamento di strutture sportive in un paesaggio suggestivo. I suoi interventi si traducono in un gesto misurato e potente al tempo stesso, scevro da compiacimenti formali, che ordina e configura un luogo, evidenziandone le qualità specifiche. La riduzione formale operata dall’architetto è accompagnata da una grande sensibilità nell’interpretazione del sito, con cui instaura un dialogo fecondo.

ROMAN TEMPLE OF DIANA IN MERIDA
“THE RING” - CENTER FOR SPORTS INNOVATION IN CACERES

ROWING PAVILION

Tra gli italiani solo MAP Studio – Magnani Pelzel Architetti Associati figurava tra i candidati al premio BSI dell'edizione 2014, con tre opere: una Casa accoglienza per ragazzi disabili a Vicenza, il Recupero della Torre di Porta Nuova a Venezia e la Trasformazione di un casale agricolo in agriturismo a Ferrara.

MAP Studio e le opere presentate al BSI 2014